2 / 9 agosto Personale di Sergio Fantoni a Bordighera

Dal 2 al 9 agosto a Bordighera, presso la Chiesa Anglicana in via Regina Vittoria (orario 21.00/23.00), si terrà la prima mostra di Sergio Fantoni “Tracce di Materializzazione”. Fantoni, nativo di Andora, è un artista così vicino al Futurismo da riportarci indietro al tempo di Marinetti, e contemporaneamente da proiettarci nel futuro. Un percorso tra scocche, telai, curvilinee e meccani: una mostra da visitare con tutti i sensi, una visione da scoprire e spesso con cui ritrovarsi magicamente allineati.

Chiara Tumbarello, la curatrice della mostra, ne scrive:
La linea base del disegno costituisce il punto di partenza dell’arte di Sergio Fantoni. Attratto fin da giovanissimo dall’essenzialità delle forme nello spazio, Sergio Fantoni ha l’opportunità di avvicinarsi e sviluppare la propria passione grazie ad una felice circostanza: viene assunto nell’industria aeronautica Piaggio di Finale Ligure in qualità di tracciatore. Oggi totalmente affidata alla tecnica informatica, all’epoca l’operazione di tracciatura era eseguita da un addetto specializzato ed era volta alla realizzazione di prototipi, seguendo i disegni dei progettisti.
La medesima attenzione allora prestata a tali disegni viene impiegata oggi da Sergio Fantoni verso le sagome e i profili degli oggetti che ci circondano, dai quali prende spunto per creare nuovi manufatti, appartenenti in primo luogo alla sua immaginazione.
I materiali adoperati dall’artista sono dunque già presenti nell’ambiente, essi rientrano nella categoria “non più utilizzabile”, eventualmente “riciclabile”: il passaggio dall’usa e getta a “usa, riusa e ricicla” costituisce la modalità attraverso la quale materializzare le proprie personali linee; le sculture sono anch’esse dei prototipi le quali possono essere modificate, smontate, implementate e in ultimo, sempre riciclate.
Se all’arte contemporanea e all’autonomia dell’artista è richiesta l’immersione nel proprio tempo, Sergio Fantoni più che mai adempie a tale compito applicando alle sue opere il principio della sostenibilità, termine che conduce ad un argomento più che mai attuale: la salvaguardia dell’ambiente. Pura meccanica nel compiere il gesto artistico, fatto solo di energia del corpo, quindi del sole e della terra.
Anche i disegni richiamano la tracciatura e sono proposti allo spettatore in termini di visione-azione in quanto l’artista, trasponendoli dalla propria fantasia alla tela per comunicare una parte di sé, offre l’opportunità di trasformarli in manufatti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...